Natale sull'Alpe Cimbra tra Mercatini e prodotti tipici

Traduci pagina

Natale sull’Alpe Cimbra tra Mercatini e prodotti tipici
Posted by

Natale sull’Alpe Cimbra tra Mercatini e prodotti tipici

Il Natale sull’Alpe Cimbra è un’occasione per respirare i profumi della tradizione, trovare regali particolari da mettere sotto l’albero, degustare i dolci preparati secondo le ricette della tradizione o degustare una bevanda calda a base di succo di mela cotogna, sidro di mela, spezie, zenzero. Particolare attenzione nell’utilizzo di materiali bio nei punti enogastronomici.

Folgaria la lunga via del centro è una esplosione di effetti luminosi, le botteghe storiche sono rese ancora più belle dagli addobbi e dalle lucine natalizie. Un ricco calendario di eventi musicali, intrattenimenti, laboratori natalizi per i bambini, spettacoli itinerari rendono il centro di Folgaria un magnifico villaggio di Natale.

A Lavarone il mercatino di Natale con prodotti dell’artigianato locale a km zero come canederli, tortel di patate, vin brûlé e sciroppo di mele, anima le vie del borgo storico dei Bertoldi. 

Tra le casette si svolgono numerosi eventi, anche a misura di bambino: la lanternata lungo il percorso delle sorgenti, lo spettacolo delle farfalle luminose, i giochi di luce e gli intermezzi musicali. 

Mercatini di Natale di Lavarone

A partire dal 4 dicembre fino al 9 gennaio dalle 11 alle 19, nella splendida cornice del centro storico di Bertoldi avrà luogo la seconda edizione del Mercatino di Lavarone organizzato dalla Proloco locale. Bertoldi per il suo fiabesco centro storico, caratterizzato da luci soffuse, stradine che si snodano, avvolti antichi, dedicati un tempo alle attività rurali è l’ambientazione ideale, dove il tempo sembra essersi fermato al secolo scorso. Numerosi gli eventi proposti durante tutte le giornate di apertura e prodotti dell’artigianato locale a km zero come canederli, tortel di patate, vin brûlé e sciroppo di mele, anima le vie del borgo storico dei Bertoldi. 

Mercatini di Natale di Bosentino

A partire dal fine settimana del 10 dicembre e anche per quello successivo nel paese di Bosentino si svolgeranno i mercatini di Natale di Bosentino, organizzati dalla Pro Loco. Presso il parco e al palazzetto si potranno trovare numerosi prodotti artigianali, prodotti tipici della gastronomia locale, ma anche musica e laboratori per bambini, il tutto avvolto nella magica atmosfera natalizia. Commercianti ed esercenti del territorio proporranno al pubblico prodotti locali, grandi e piccini residenti e turisti avranno quindi l’occasione di passeggiare tra le bancarelle, assaporando specialità territoriale o acquistando piccoli pezzi di artigianato locale.

Bolkhent

Bolkhent, in cimbro “benvenuti” è il rito con cui Alpe Cimbra accoglie questo magico periodo dell’anno e tutti coloro che lo vorranno vivere. Sabato 4 dicembre una grande sfilata a partire dalla piazzetta di Villa alle ore 18 e attraversa il paese di Folgaria, lanciando così un forte messaggio di entusiasmo accoglienza. La manifestazione sarà accompagnata dalle note della Banda Folk di Folgaria che, brano dopo brano, condurrà la manifestazione in piazza San Lorenzo per assistere all’accensione del grande albero di Natale. Non mancheranno i maestri delle scuole di sci di tutta l’Alpe Cimbra pronti a far vivere forti emozioni sulla neve sugli oltre 100 km di piste.

Le fiaccolate di Capodanno

Oltre 150 maestri di sci con le loro splendide divise azzurre, una pista innevata dove, sollevando lo sguardo, si possono ammirare i gatti delle nevi maestosi e potenti che, muovendosi in pochi metri, realizzano delle coreografie incredibili. Poi cala il silenzio, tutti con il naso all’insù ammirano i maestri impostare coreografie, incroci e incredibili serpentine ritmiche.

I Maestri di sci percorrono le notturne innevate per regalare uno spettacolo incantato tra scintille rotanti, starlight variopinti e tute fluorescenti. La fiaccolata di sci storica mostra invece un viaggio attraverso epoche lontane tra neve stelle in cui maestri scivolano lungo le piste indossando abiti tradizionali, racchette antiche e sci di legno.

Queste le date: 30 dicembre fiaccolata a Fondo Piccolo, 31 dicembre sulla pista Salizzona a Fondo Grande, a Serrada e a Lavarone Bertoldi, il 1 gennaio a Costa, il 4 gennaio a Lavarone Bertoldi, il 5 gennaio a Fondo Piccolo e a Costa, il 28 febbraio a Costa la suggestiva fiaccolata storica.

Ciaspolata in notturna alla Segheria dei Mein 

A Folgaria in località Tezzeli si trova la Segheria dei Mein, chiamata così dal soprannome dell’ultima famiglia proprietaria. Il 30 dicembre e il 5 gennaio 2022 è organizzata una passeggiata in notturna alla segheria illuminata dalle fiaccole. Accompagnati dai maestri di sci si percorre un anello lungo 3 km con partenza da San Sebastiano. Per l’occasione la segheria viene messa in funzione ed è possibile visitarla. Il percorso adatto anche a famiglie con bambini in passeggino oltre che con le ciaspole. Al termine della passeggiata viene organizzata la distribuzione di tè caldo e vin brûlé.

L’inverno, a Lusérn, è speciale

Sull’Alpe Cimbra ci si può dedicare a lunghe ciaspolate, seguendo percorsi tematici oppure immergendosi in escursioni più impegnative, come quella che conduce ai 2.000 metri del Pizzo di Levico, dove regalarsi una vista spettacolare sui laghi di Levico e Caldonazzo. E poi 80 chilometri in cui praticare lo sci di fondo al centro fondo di Millegrobbe e gli oltre 100 di piste per lo sci alpino, garantiti dagli impianti di risalita della skiarea Folgaria-Lavarone, insieme alla possibilità di dedicarsi allo sleddog e al tubing, oppure di frequentare le slittinovie. Il tutto senza dimenticare proposte alternative per il dopo sport o per chi ami una attività più tranquilla, come i Mercatini di Natale di Folgaria e Lavarone, allestiti dal 4 dicembre al 9 gennaio.

Il borgo ha offerte suggestive come la casa museo “Haus von Prükk”, nata dal restauro conservativo di un’antica abitazione che aveva mantenuto inalterate nel tempo le caratteristiche di dimora contadina cimbra ottocentesca. Si trova al centro di Lusérn: nella sua semplicità testimonia l’eccellente capacità costruttiva delle maestranze del luogo, sviluppandosi in due immobili distinti, su tre e quattro livelli.

L’edificio, gli arredi, gli abiti e gli oggetti di tutti i giorni rappresentano la memoria storica del borgo. E il 26 dicembre (dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 17.30) non si deve perdere l’appuntamento con “Natale alla Haus von Prükk”: grazie ai tanti figuranti in costume tradizionale, la casa per un giorno torna viva, narrando le sue attività quotidiane, accompagnata da antiche melodie del coro di voci bianche composto dai bambini di Lusérn. 

È l’evento che caratterizza l’inverno del borgo, insieme con la Ciaspomagna Cimbra, il 15 gennaio. Si parte alle 18 da Millegrobbe per affrontare un percorso lungo sei chilometri che, salendo in silenzio al buio, unisce la storia e i sapori. I sapori sono quelli regalati dai ristoratori locali (Malga Millegrobbe, Agritur Galeno, Baita del Neff), che preparano piatti come orzetto, spezzatino con la polenta di patate, dolci con calde mele e delizioso miele di montagna. Ricette che raccontano un territorio, in cui la ristorazione a carattere familiare rappresenta un punto di forza. 

Un altro appuntamento da non perdere è Vorprennen in Marzo, “Bruciare il marzo”, che ricorda l’usanza dei bambini di recarsi nel bosco per raccogliere la legna, formando cataste cui veniva dato fuoco nella notte tra l’ultimo giorno di febbraio e il primo di marzo. In questo modo gli abitanti di Lusérn celebravano l’addio al rigido inverno, con canti, racconti e bevute intorno al falò. 

Un evento che si ripete l’ultimo giorno (o sabato) di febbraio, salendo dal paese fino alla croce (‘s Kraütz), dove viene allestita la catasta da bruciare. 

0 0 160 01 Dicembre, 2021 Flash News, Viaggi 1 Dicembre, 2021

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni, oggi scrive come freelance per varie testate giornalistiche di sana alimentazione, sport, politica, food & wine. Sommelier Ais, ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi ed ha curato l'organizzazione di manifestazioni legate al settore enogastronomico. E' direttore responsabile de l'Empovaldo e segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili che fa capo a Unaga. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »