Giro d'Italia 2016, la cronometro sulle strade dei grandi vini del Chianti Classico

Traduci pagina

Giro d’Italia 2016, la cronometro sulle strade dei grandi vini del Chianti Classico
Posted by

Giro d’Italia 2016, la cronometro sulle strade dei grandi vini del Chianti Classico

Il Chianti Classico celebra i suoi 300 anni con una tappa dedicata al Giro d’Italia 2016. Si tratta della nona tappa, la corsa a cronometro individuale intitolata al vino Chianti Classico che promette di essere una delle frazioni più attese di questo Giro, oltre che decisiva per le sorti della classifica.

La Chianti Classico Stage è in programma per domenica 15 maggio 2016 e si svilupperà su un percorso di 40 chilometri tra Radda in Chianti (SI) e Greve in Chianti (FI). Sarà una prova di grande impegno per i partecipanti che dovranno cimentarsi tra profondi sali-scendi, rotonde impegnative e pochi rettilinei, e di forte intensità emotiva per chi guarderà sfrecciare i corridori tra le colline del Chianti Classico, passando per i più bei luoghi di questo territorio.

La tappa è dedicata a un storico campione del ciclismo italiano, Gino Bartali, nato a Ponte a Ema, un borgo poco distante da Firenze, dove inizia la SRR 222 o Chiantigiana che porta fino a Siena, attraversando tutto il Chianti Classico. E’ proprio su queste colline che il Ginettaccio, esplosivo ciclista diventato leggenda, vincitore per 3 volte del Giro, si allenava correndo sulle salite di Greve in Chianti, che questa domenica vedrà l’arrivo dei suoi odierni colleghi al termine di questa temuta crono.

Sarà probabilmente una delle tappe chiave del Giro 2016, la cronometro più congeniale alle caratteristiche di Tom Dumoulin, già in maglia rosa potrebbe aumentare ulteriormente il suo vantaggio puntando alla vittoria di tappa, poco prima del giro di boa. I corridori saranno messi alla prova, non solo dalle condizioni meteo instabili, ma soprattutto dall’assenza di tratti pianeggianti, una cronometro mozzafiato, un vero toboga ricco di curve insidiose, tra i meravigliosi saliscendi del Gallo Nero, con le vigne in pieno germogliamento.

Classifica. Al termine della sesta tappa con arrivo a Roccaraso, Tom Dumoulin (TGA) è quarto ed è maglia Rosa, regolando gli avversari a 26’’ Fuglsang (AST) e 28’’ Zakarin (KAT), rispettivamente secondo e terzo in classifica generale. Più indietro Vincenzo Nibali (AST) a 47’’, preceduto dal connazionale Diego Ulissi (LAM) e da Alejandro Valverde (MOV) entrambi a 41’’.

Il percorso molto tecnico, parte da Radda in Chianti, la strada, un misto veloce, porterà gli atleti a Castellina in Chianti dove ci sarà il primo rilevamento cronometrico, per poi scendere, una volta superato il Parco Botanico del Chianti, verso la Madonna di Pietracupa (Tavarnelle Val di Pesa) con il secondo rilevamento; successivamente la sezione più ardua che attraversa Sicelle e la località La Piazza, per andare ad affrontare l’impegnativa salita di Panzano in Chianti al termine della quale sarà rilevato l’ultimo intertempo, prima della velocissima discesa a Greve in Chianti che porterà i ciclisti dopo circa 50 minuti di fatiche all’arrivo in piazza Matteotti, l’originaria piazza del mercato triangolare, con le caratteristiche logge ad arco sui tre lati.

I premi. Il vincitore della cronometro e il corridore che conquisterà la maglia rosa in questa tappa saranno premiati dal Presidente Zingarelli con una speciale bottiglia magnum “Chianti Classico Stage – limited edition” personalizzata per il Consorzio Vino Chianti Classico dall’artista del territorio Francesco Bruni.

Domenica 15 maggio, il Giro d’Italia 2016 fornirà l’occasione a tutti gli appassionati di Gallo Nero di vivere l’emozione di un grande evento sportivo, seguendolo dal vivo o sugli schermi televisivi, per poter poi brindare al vincitore con un Chianti Classico con trecento anni di storia.

Sul percorso saluteranno i ciclisti le sculture del Gallo Nero, che per l’occasione vestiranno una maglia rosa. Il Consorzio si è infatti impegnato in questo anno storico a donare a ciascun Comune del Chianti Classico una scultura alta 2,5 m raffigurante il Gallo Nero, emblema di un vino, di un territorio, di uno stile di vita.

Gli eventi collaterali. Da alcuni mesi il Consorzio Vino Chianti Classico sta lavorando ad un programma di eventi e manifestazioni “in rosa” che animeranno il territorio del Gallo Nero in attesa del Giro nelle due settimane centrali di maggio.

Un cartellone di eventi che coinvolgerà tutti i comuni del territorio e che culminerà, il giorno prima del Giro (sabato 14 maggio), con una “Cronoturistica”, una pedalata amatoriale aperta al pubblico sul percorso della cronometro, con partenza e arrivo a Greve in Chianti (per iscrizioni www.granfondodelgallonero.it).

A Radda la scultura da una terrazza guarderà Casa Chianti Classico, che sarà al centro delle celebrazioni per il Giro con un pomeriggio all’insegna del piacere della degustazione con la Festa Rosa del Gallo Nero. L’evento si aprirà con “Volate divine” una degustazione enociclistica, in cui il giornalista enogastronomico Paolo Pellegrini e il sommelier AIS Luigi Pizzolato, guideranno il pubblico in abbinamenti inediti tra le grandi volate del ciclismo, le sfumature e il carattere dei migliori Chianti Classico. A seguire un aperitivo con un DJ set, per brindare con il Gallo Nero e godere delle migliori delizie della cucina toscana. Il giorno 15 maggio invece uno stand del Consorzio sarà presente a Radda con un banco d’assaggio dei grandi vini del territorio.

Non sarà solo l’enogastronomia ad accompagnare i giorni del Giro, con versioni in rosa delle tradizionali degustazioni del territorio come Pentecoste a Castellina (13-15 maggio) e Vino al Vino in Miniatura (Panzano in Chianti, 15 maggio), ma anche l’arte sarà protagonista con il suo incontro con la poesia enoica con La Ciclo Vino del Chianti Classico, (7-8- 14-15 maggio), con le sue mostre che animeranno Palazzo Malaspina a San Donato in Poggio, Tavarnelle Val di Pesa. A Radda una rassegna cinematografica a soggetto ciclismo sarà in programmazione per tutta la quindicina. Anche il teatro si fa strada nel cartellone con spettacoli dedicati a Marco Pantani nel teatro di San Donato in Poggio (14 maggio). A Greve in Chianti invece il cicloturismo in Toscana sarà il soggetto dell’ultimo libro di Emiliano Gucci “Pedalare tra i filari”, che sarà presentato alla Biblioteca Pubblica il 13 maggio.

Questo e molto altro nel programma completo, consultabile sul sito www.chianticlassico.com

 

Chianti Classico Stage

 

 

 

1 0 735 12 maggio, 2016 Flash News, Vino maggio 12, 2016
Marco Savino

About the author

Si occupa di fotografia, grafica e progetti di comunicazione per il motorsport, viaggi avventura, food&drink. Sommelier per passione, nel tempo libero si dedica alla cura della vigna.

View all articles by Marco Savino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »