Valsugana tra laghi, fortezze, trekking e ciclabili

Traduci pagina

Valsugana tra laghi, fortezze, trekking e ciclabili
Posted by

Valsugana tra laghi, fortezze, trekking e ciclabili

In Valsugana, il legame con la terra è una tradizione tramandata di generazione in generazione. Questo profondo attaccamento si riflette in un impegno continuo per la tutela e la valorizzazione di un patrimonio ambientale e culturale unico. Questi principi hanno portato al prestigioso riconoscimento del Global Sustainable Tourism Council (GSTC), grazie al contributo di tutta la comunità. Questo marchio attesta il rispetto di rigorosi criteri ambientali, sociali ed economici, confermando la Valsugana come esempio di turismo sostenibile a livello mondiale.

La storia della Valsugana è testimoniata dalle vestigia romane lungo le Vie Claudia Augusta e Romea Germanica e dai castelli medievali come il Castello di Pergine e Castel Ivano. Le fortezze austroungariche della Grande Guerra caratterizzano il panorama dell’Altopiano di Vezzena, Levico Terme e Panarotta, ideali per passeggiate o trekking, come la salita al Pizzo di Levico con vista sui laghi di Levico e Caldonazzo.

I laghi di Levico e Caldonazzo, balneabili da maggio a settembre, hanno ottenuto la Bandiera Blu d’Europa per la qualità delle acque e la gestione sostenibile del territorio. Il lago di Caldonazzo, il più grande lago interamente trentino, è un vero e proprio paradiso per gli sport acquatici come vela, canoa, sci nautico, stand up paddle e nuoto. Separato dal colle di Tenna, il vicino lago di Levico, circondato dal verde, ricorda un fiordo norvegese. Entrambi offrono spiagge libere e stabilimenti balneari attrezzati, con aree dedicate anche ai cani. Inoltre, le Terme di Levico e Vetriolo, con le loro acque arsenicali-ferruginose uniche in Italia, offrono trattamenti di benessere come bagni, fanghi, inalazioni e aerosol, convenzionati con il Sistema Sanitario Nazionale.

Arte Sella, esposizione internazionale di arte contemporanea all’aperto nei prati e nei boschi della Val di Sella, è nata nel 1986. Questo progetto creativo si basa sul rispetto della natura, con opere tridimensionali realizzate con materiali naturali. Tra le più suggestive, la Cattedrale Vegetale e il Teatro nella Natura a Malga Costa. Arte Sella ospita anche concerti ed eventi, ed è parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani insieme al Parco asburgico di Levico Terme.

Il Lagorai, con la sua natura incontaminata, ospita l’Oasi WWF Valtrigona – l’unica dell’arco alpino – e si estende per 50 km. La vetta più alta, Cima d’Asta (2.847 m), fa parte dell’Alta Via del Granito, un trekking di 3-4 giorni con pernottamento in rifugio. Numerosi sono i percorsi per famiglie e le passeggiate di varia difficoltà, che attraversano paesaggi suggestivi con malghe dove il formaggio viene prodotto secondo metodi tradizionali. Testimonianze della Grande Guerra, come forti e trincee, arricchiscono ulteriormente l’esperienza di trekking.

L’iniziativa “Adotta una mucca“, attiva da oltre 16 anni, permette di scoprire la produzione del formaggio secondo metodi tradizionali e di vivere l’esperienza dell’alpeggio. Con un contributo di 65 €, di cui 15 € destinati a progetti benefici, si riceve una carta d’identità della mucca adottata e il diritto di ritirare prodotti caseari per un valore di 50 €, visitando la mucca in malga durante l’alpeggio.

La ciclabile della Valsugana offre 80 km di percorso dal Lago di Caldonazzo a Bassano del Grappa, prevalentemente pianeggiante e adatto a tutta la famiglia. Lungo il tracciato, bicigrill e un sistema di bike sharing permettono di ritirare e riconsegnare le biciclette in vari punti, con la possibilità di rientrare in treno. Gli amanti della mountain bike hanno a disposizione 300 km di tracciati GPS nel circuito Dolomiti Lagorai Bike, mentre per la road bike ci sono emozionanti salite percorse anche dal Giro d’Italia. E-bike sono disponibili per provare diversi percorsi.

La Valle dei Mocheni, o Bersntol, è una piccola valle incastonata tra i monti, caratterizzata da una natura quasi incontaminata. Qui si parla il mocheno, un dialetto di origine tedesca introdotto dai minatori nel Medioevo. Questo rende la valle unica per le sue tradizioni e usanze.

La Valsugana Lagorai offre diverse tipologie di alloggio intorno ai laghi, nella catena del Lagorai e in Val dei Mocheni, per soddisfare tutte le esigenze. Alberghi, campeggi, bed and breakfast, agriturismi, appartamenti, rifugi e baite sono disponibili per ogni tipo di soggiorno. Una vacanza in Valsugana è l’occasione per scoprire i prodotti tipici del territorio, tra cui mele, erbe officinali, farina di mais, piccoli frutti, formaggi di malga, insaccati, vino, spumante, grappa e bevande locali.

0 0 98 28 Maggio, 2024 Flash News 28 Maggio, 2024

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. E' speaker e cura trasmissioni su eventi legati al mondo dello sport (motori, atletica, triathlon, ciclismo) e dell'enogastronomia. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata per oltre 10 anni di cronaca nera e cronaca giudiziaria, oggi scrive come freelance per testate giornalistiche di sport, food & wine, turismo, eventi, ambiente e territorio. Ha lavorato anche nella comunicazione politica in occasione di campagne elettorali. Diplomata sommelier Ais, già responsabile dell'ufficio stampa di Slow Food Toscana, ha curato la gestione ed organizzazione di eventi legati al settore enogastronomico. E' segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili che fa capo a Unarga. E' membro del consiglio direttivo dell'Associazione Stampa Toscana, e di USSI Toscana (Unione Stampa Sportiva Toscana) e fa parte della Commissione pari opportunità della FNSI. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »