Torna la moda underwear di Immagine Italia &Co.

Traduci pagina

Torna la moda underwear di Immagine Italia &Co.
Posted by

Torna la moda underwear di Immagine Italia &Co.

Torna dal 6 all’8 febbraio a Firenze l’ottava edizione di Immagine Italia &Co.

Ancora una volta Immagine Italia &Co. si propone al mercato internazionale come la fiera di riferimento in Italia del Made in Italy, e non solo, per la moda underwear femminile e maschile di tutte le età. Non manca la partecipazione di espositori esteri provenienti rispettivamente dalla Francia, Spagna, Germania, Belgio, Svizzera, Slovenia, Lettonia e Austria.

Sono complessivamente duecentotrenta i brand, fra i più prestigiosi nel panorama nazionale ed internazionale, presenti in questa ottava edizione (il 30% sono esteri).

Sono sempre di più, infatti, le realtà imprenditoriali che scelgono Immagine Italia &Co. come piattaforma ideale per lanciare nuovi progetti e affermare la propria identità nel mercato mondiale.

Protagonista, come sempre, l’appuntamento “fashion” quotidiano con le sfilate moda collettive. Sulle passerelle sfilano capi ed accessori intimo-lingerie in perfetta sintonia con le tendenze moda più recenti: dai variegati stili del underwear di domani alle nuove correnti luxury.

La tipologia dei prodotti esposti è di fascia alta, medio-alta.

Confermato anche nel programma di questa edizione il Gala “Le Stelle dell’Intimo”, il concorso organizzato da Linea Intima per valorizzare il dettaglio indipendente nel settore della moda intima, mare e calze oltre che per mettere in evidenza i nuovi negozi dall’impronta più “trasversale” al Prét-à-Porter.

In linea con le evoluzioni della comunicazione in rete, Immagine Italia &Co. si affaccia nel mondo degli “Autori on line”, nominando, per la prima volta, una propria blogger ufficiale.

Si tratta di Cristina Lodi di 2 Fashion Sisters (www.2fashionsisters.com), già blogger ufficiale di Mare d’Amare edizione 2014.

Anche quest’anno la Camera di Commercio di Pistoia, ente organizzatore dell’evento, ha messo in campo un’intensa strategia di internazionalizzazione che ha puntato, con inviti ed ospitalità, ad incrementare la partecipazione di buyer stranieri provenienti dai seguenti Paesi: Arabia Saudita, Austria, Belgio, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Kuwait, Libano, Lituania, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Spagna, Turchia, Ucraina.

Sempre elegante nel suo concept e negli arredi, Immagine Italia &Co. continua ad affermarsi come il “salotto” delle fiere, ideale da visitare per tempi e spazi.

Anche per l’edizione 2015 a firmare l’impronta “green” della fiera è il Distretto Rurale Vivastico Ornamentale di Pistoia che collabora ormai da anni con l’ente organizzatore  alla fornitura delle piante ornamentali.

 

LE TENDENZE MODA

Sulle passerelle sfila una donna raffinata e alla stesso tempo comoda, capace di valorizzare la sua femminilità al punto giusto.

Tessuti in lycra e raso stampato, spesso con motivi stile pin-up, si accostano “sfacciati” accanto a pizzi e sete preziose in un gioco di contrasti. Non mancano nemmeno i richiami al rock che si oppongono alla lingerie dai dettagli romantici come le stampe floreali e a farfalla.

Intrigante e sbarazzina, sensuale e concreta: è questo il leitmotiv della donna che si vuole sentire glamour anche sotto un semplice outfit composto da t-shirt e jeans.

La tavolozza cromatica dell’ intimo donna 2016 sceglie nuances che passano dall’intramontabile nero, ai contrasti ton sur ton, varietà blu, cipria, rosso, e cammello. Non manca la lingerie stile burlesque, con richiami alla moda anni ’30, con coordinati intimi, caratterizzati da frange, stile charleston e poi ancora trasparenze alternate da effetti lurex, per un intimo sexy e sensuale.

I reggiseni hanno i tagli morbidi e linee quasi inesistenti. Gli slip sono bassi anche per la versione “uomo”. La linea homewear invece propone pigiami in jersey, modelli di vestaglia in stile maschile e maglie oversize per calde serate fashion per una comodità  “di stile” anche a casa.

Divertimento e colore predominano anche nelle proposte moda di calze e calzini.

Soprattutto per l’uomo sono stati pensati oltre ai classici e sempre eleganti calzini monocromatici, tantissimi modelli con fantasie colorate, a quadri, righe e pois per andare incontro alla vita con leggerezza e allegria.

 

DATI ECONOMICI SUL SETTORE BIANCHERIA INTIMA

Alla data del 30.09.2014 il settore della produzione della biancheria intima e della lingerie conta in Italia 1.875  imprese attive, con un totale di addetti di circa 16.300 unità.

La regione con il maggior numero di imprese è la Lombardia (442 imprese che costituiscono il 23,6% del totale Italia) seguono la Puglia (392 imprese, 20,9%), la Campania (183 imprese, 9,8%), il Veneto (140 imprese, 7,5%) e la Toscana (134 imprese, 7,1%). La provincia di Pistoia con 39 imprese attive costituisce il 2,1% del totale Italia.

Dal 31.12.2009 al 30.09.2014 il settore a livello nazionale ha subito una contrazione nel numero delle imprese pari a -18,1%.

La diminuzione del numero di imprese è stata generalizzata in tutto il territorio nazionale anche se tra le regioni dove è maggiormente concentrato il fenomeno il dato più negativo lo manifestano la Puglia (-21,1%) e l’Emilia Romagna (-27,1%).

La Toscana subisce una flessione del 16,3%, la Lombardia del 18%, la Campania solo dello 0,5%.  Rispetto al 31.12.2013 la flessione nel complesso è stata pari a -1,6%.

Il peso del valore delle esportazioni di questo settore è comunque considerevole.

Nel primi 10 mesi del 2014 a livello  nazionale sono state esportate merci per un valore di quasi 2.392  milioni di euro, con una variazione di aumento rispetto allo stesso periodo del 2013 pari a +6,1%. La bilancia commerciale che tradizionalmente in questo settore è negativa, conferma l’aumento del peso delle esportazioni sulle importazioni in questi ultimi 3 anni. Se nei primi 10 mesi del 2011 l’export costituiva il 75,3% dell’import, nello stesso intervallo del 2013 esso è salito a rappresentarne il 91,2%, e nel 2014 è sceso di poco ed è pari al 90% circa. Questo dato è importante perché – anche se nel 2014 le importazioni hanno continuato a crescere  (+8,6%) – il valore delle esportazioni è stato tale da confermare la diminuzione della forbice import export.

I paesi dove maggiormente vengono indirizzati i flussi export sono principalmente europei (oltre il 79,3%, con un aumento nell’ultimo anno del 3,8%).

La distribuzione per i principali partner europei è la seguente:

·        Francia (11,9% del totale esportato con una flessione del 4,1%),

·        Germania (9,9% del totale esportato con un aumento del 6,4%)

·        Spagna (8,2% del totale esportato con un aumento  del 4,1%)

·        Regno Unito (7,7% del totale esportato con un aumento del 10,2%)

·        Svizzera (6,3% del totale esportato con un aumento del 13,1%)

·        Russia (5,4% del totale esportato con una flessione del 11,3%)

Notevole anche l’export verso gli Stati Uniti (4,4% del totale esportato con un aumento del 12,5%).

Aumentano le esportazioni in Asia che raccoglie il 13,8% del totale esportato con un aumento nel 2014 pari a +21,3%, nel medio oriente (+3,7%) e nel totale America (+8,3%), mentre subiscono una lieve flessione in Africa (-0,2%).

 

www.immagineitalia.org

Dal 6 all’8 febbraio 2015
dalle ore 9 alle ore 18
Fortezza da Basso – Firenze

0 0 1187 04 febbraio, 2015 Flash News, Moda febbraio 4, 2015
Stefania Guernieri

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni, oggi scrive per varie testate giornalistiche di cultura, enogastronomia, sport, moda, politica. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi, ha curato l'organizzazione di numerose manifestazioni legate al settore enogastronomico. E' direttore responsabile dell'Empovaldo e segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari