Estate a Montepulciano in Toscana

Traduci pagina

Estate a Montepulciano in Toscana
Posted by

Estate a Montepulciano in Toscana

Un luogo immerso tra dolci colline, uliveti, vigneti, borghi medievali e rinascimentali; e poi un patrimonio sterminato di sapori da gustare a tavola. Il fascino che la Toscana ha da sempre sui viaggiatori di tutto il mondo è racchiuso in un universo di immagini, colori, profumi e sensazioni, capaci di trasmettere a chiunque vi si avvicini una profonda serenità e di rigenerare corpo e mente.

Un universo che è possibile scoprire in un unico luogo, Montepulciano, prezioso gioiello a cavallo tra la Valdichiana Senese e la Val d’Orcia e territorio di nascita del rinomato Vino Nobile. È qui che i turisti trovano la “Toscana dei sogni”, tra atmosfere fiabesche, paesaggi incantati e un’enogastronomia di pura eccellenza.

Montepulciano ha visto negli scorsi anni una crescita straordinaria dei flussi turistici, di cui circa la metà provenienti dall’estero, proprio per la sua capacità di unire la tradizionale accoglienza toscana con una moderna attenzione alla qualità delle strutture ricettive, come anche dell’offerta ristorativa e del ricco calendario di eventi. Quest’anno Montepulciano si propone come una meta ideale per chiunque sia alla ricerca di una destinazione in mezzo alla natura, dove godere di ampi spazi all’aria aperta, visite e degustazioni, relax e benessere.

Montepulciano è anche il luogo perfetto dove soggiornare, per esplorare la Toscana e, perché no, anche alcune località della vicina Umbria.

Fino a dicembre 2020 il Comune ha sospeso il pagamento dell’imposta di soggiorno.

Natura, amata e protetta

Passeggiate, escursioni in bicicletta, trekking: a Montepulciano le attività outdoor non conoscono confini. Per chi ama il turismo attivo – da soli, con gli amici o in famiglia – è possibile, infatti, fare di questo borgo incantato un punto di partenza per esplorare, immersi nella natura, lo spettacolo della Toscana più autentica, che da secoli strega con la sua bellezza viandanti e aristocratici, artisti – come il Poliziano, che proprio qui è nato – e sognatori. Al di fuori dalle mura del centro storico, il Lago di Montepulciano è oggi una Riserva Naturale, dove poter praticare molte attività, dalla gita in battello ecologico al bird watching, oltre a giri in mountain bike (da non perdere il Sentiero della Bonifica).

Le Terme di Montepulciano

In quest’angolo di Toscana il sottosuolo è ricco di acque sulfuree salsobromoiodiche, grazie alle quali sono sorte stazioni termali naturali di eccezionale valore nelle terapie per malattie respiratorie, artroreumatiche e affezioni della pelle. Negli anni, le Terme di Montepulciano sono diventate una meta anche per i turisti italiani e stranieri, in fuga dallo stress quotidiano per godere, nel Centro Benessere, che offre anche un’ampia scelta di trattamenti per rilassarsi, riequilibrarsi e lasciarsi emozionare grazie a suggestivi percorsi di benessere fra massaggi, bagni nella Grotta Lunare, essenze profumate, luci e musica. Naturalmente, in tutti i sensi, in questa eccezionale estate 2020, le terme continuano a offrire il proprio servizio, nel pieno rispetto delle norme di sicurezza.

Una cultura profonda e atmosfere da film

Passeggiando per le vie del borgo di Montepulciano, sembra quasi di essere capitati in una fiaba, tra architetture rinascimentali e preziosi luoghi da visitare; come il Museo Civico Pinacoteca Crociani. L’Accademia di Palazzo Ricci, la prima istituzione musicale tedesca con residenza in Italia, fa da colonna sonora, oltre che da scenografia, a un’atmosfera magica, che non a caso ha ispirato produttori e registi di fama internazionale. Proprio a Montepulciano, infatti, sono stati girati capolavori come Sogno di una notte di mezza estate, Sotto il sole della Toscana, In nome del Papa Re e, in tempi non lontani, Quantico e New Moon, un vero e proprio fenomeno filmico, per il quale si riversarono a Montepulciano giovani da tutto il mondo per assistere alle riprese. Storia attuale è rappresentata dalla fiction I Medici, i cui due episodi iniziali sono stati quasi interamente girati in Piazza Grande, e Benedetta, l’ultimo film di Paul Verhoeven.

Enogastronomia, il sapore del sapere

Pici all’aglione o “con le briciole”, panzanella, bistecca di chianina, olio di frantoio e salumi di cinta senese; e per finire crostata con marmellata di susine mascine, cantucci, panforte e ricciarelli. È sufficiente citare alcune specialità della cucina locale per evocarne i profumi, gli aromi e i gusti. La tradizione culinaria toscana è riconosciuta e apprezzata in tutto il mondo, e a Montepulciano è possibile lasciarsi trasportare dal proprio palato per una vacanza da ricordare con nostalgia fin dal giorno del ritorno a casa.

E per accompagnare le prelibatezze tradizionali, non c’è niente di meglio che un bicchiere di Vino Nobile di Montepulciano, che insieme al Rosso di Montepulciano e al Vin Santo rappresenta letteralmente il frutto di una cultura della vinificazione, che in queste terre risale al tempo degli Etruschi e che si è affinata nel corso dei millenni per raggiungere un perfetto equilibrio di gusto, colore e profumo. Come, del resto, si può dire per tutta Montepulciano.

Per approfondire la conoscenza dei prodotti locali, vi sono numerose opportunità di visite in aziende vitivinicole, con degustazione presso le cantine (alcune sono monumentali), oppure presso caseifici, frantoi o salumifici artigianali, partecipando a laboratori e assaggiando prodotti a Km zero. Un’esperienza di puro piacere per tutti i sensi.

Per informazioni e prenotazioni: www.montepulcianoliving.it

Montepulciano
Vista su Montepulciano di notte
0 0 241 05 Agosto, 2020 Flash News, Viaggi 5 Agosto, 2020
Stefania Guernieri

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni, oggi scrive come freelance per varie testate giornalistiche di sana alimentazione, sport, politica, food & wine. Sommelier Ais, ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi ed ha curato l'organizzazione di manifestazioni legate al settore enogastronomico. E' direttore responsabile de l'Empovaldo e segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili che fa capo a Unaga. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »