Le cantine d'autore biglietto da visita per la Toscana

Traduci pagina

Le cantine d’autore biglietto da visita per la Toscana
Posted by

Le cantine d’autore biglietto da visita per la Toscana

Sono 24 le strutture che hanno aderito all'iniziativa

È nato un progetto per la valorizzazione degli itinerari turistici eno-culturali di Toscana.

Le cantine “griffate” da architetti di fama internazionale, quelle che sono espressione di scelte progettuali che favoriscono la bioarchitettura, (edifici pensati per sperimentare modalità di integrazione innovative tra nuove tecnologie nel campo dell’energia: riduzione dei consumi energetici, uso dei materiali locali, anche riduzione dell’impatto visivo attraverso sistemi di verde) e quelle che ospitano installazioni artistiche, costituiranno un percorso d’autore: gioiello d’arte nel paesaggio toscano. La Toscana risulta, dalla prima metà degli anni ’90 in poi, il territorio in cui si sono concentrati maggiormente progetti e realizzazioni di nuove strutture architettoniche espressione di tecnologie avanzate e di un attento rapporto con il paesaggio. La particolare concentrazione di tali Cantine nell’area più ampia della fascia costiera interessata dalle Province di Livorno, Grosseto e Pisa e nell’entroterra toscano con Siena, Firenze e Arezzo rappresenta un arricchimento del patrimonio artistico-culturale dei territori coinvolti.

image

Cantine d’Autore e di design hanno dato vita a un rinnovato rapporto estetico fra spazio di produzione e prodotto lavorato e questo progetto di “territorio” ha l’obiettivo di formare l’immagine della Toscana come centro nevralgico dei “templi dell’architettura”, fare di questi luoghi dei catalizzatori per l’attenzione internazionale per vini e prodotti alimentari e artigianali di eccellenza, ottimizzare l’integrazione dell’offerta turistica con la cultura del territorio e le imprese che in esso lavorano. La disposizione delle Cantine lungo percorsi di facile interpretazione consentirà la creazione di uno o più “itinerari turistici eno-culturali” di grande potenzialità attrattiva internazionale. In tale ottica le Cantine d’Autore e di design si legano indissolubilmente al territorio nelle sue molteplici espressioni (risorse ambientali e naturalistiche del territorio, condizioni climatiche, ristorazione, tradizioni di ospitalità, stile di vita, qualità delle strutture ricettive e un buon rapporto qualità/prezzo) in un’ottica di fruibilità e godibilità. Per questo, il progetto intende coniugare l’offerta territoriale con la filiera di Ristoranti e Botteghe del tipico della rete Vetrina Toscana che da anni ormai lavora sul marketing territoriale coniugando cultura paesaggio ed enogastronomia. I nominativi di Ristoranti e Botteghe di Vetrina Toscana verranno inseriti nell’ambito del prodotto editoriale e dello spazio on line dedicato al progetto e il progetto cantine d’autore interagirà con la comunicazione on-line di Vetrina Toscana. Inoltre, è prevista la partecipazione dei ristoratori della rete al seminario di Benchmarking in qualità di destinatari dell’azione formativa. Un’azione di coordinamento delle risorse che servirà anche alla promozione di pacchetti turistici.

Ecco quali sono le 24 cantine che hanno aderito: Cantina La Massa (Panzano), Rocca Di Frassinello (Renzo Piano), Le Mortelle (Castiglion Della Pescaia), Antinori (Bargino) , Fonterutoli (Castellina In Chianti), Cantina Di Montalcino (Montalcino), Colle Massari (Cinigiano), Tenuta Di Coltibuono (Gaiole In Chianti), Rubbia Al Colle (Suvereto), Pieve Vecchia (Campagnatico), Tenuta Di Castelgiocondo (Montalcino), Tenuta dell’ammiraglia (Magliano In Toscana), Pomaio (Arezzo), Salcheto (Montepulciano), Podernovo (Terricciola), Petra (Suvereto), Caiarossa (Riparbella), Icario (Montepulciano), Fattoria delle Ripalte (Capoliveri), Cantina Triacca (Montepulciano), Guado Al Melo (Castagneto Carducci), Tenuta Argentiera (Castagneto Carducci), Donna Olimpia (Bolgheri).

0 0 1865 25 Giugno, 2014 Vino 25 Giugno, 2014
Stefania Guernieri

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni, oggi scrive come freelance per varie testate giornalistiche di sana alimentazione, sport, politica, food & wine. Sommelier Ais, ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi ed ha curato l'organizzazione di manifestazioni legate al settore enogastronomico. E' direttore responsabile de l'Empovaldo e segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili che fa capo a Unaga. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »