Slow Food, Alleanza dei Cuochi e Associazione TerraNobile Montepulciano insieme per valorizzare il terroir di Montepulciano

Traduci pagina

Slow Food, Alleanza dei Cuochi e Associazione TerraNobile Montepulciano insieme per valorizzare il terroir di Montepulciano
Posted by

Slow Food, Alleanza dei Cuochi e Associazione TerraNobile Montepulciano insieme per valorizzare il terroir di Montepulciano

Slow Food Toscana e Alleanza dei Cuochi insieme all’Associazione TerraNobile Montepulciano, un piccolo gruppo di produttori impegnati per trasmettere i principi del buono, pulito e giusto.

Una collaborazione volta a dare valore ad una buona pratica “antica” di curare terreni, vinificare il “Nobile” con il massimo rispetto del terroir di Montepulciano con rigide regole e discipline tecnico-produttive che ritrova nei valori di Slow Food Toscana un caposaldo della propria attività.

L’inaugurazione di questa sinergia si svolerà giovedì 15 febbraio, con una cena con protagonista l’Alleanza Slow Food dei Cuochi che sta mettendo in relazione il mondo della produzione con quello dei cittadini consapevoli, grazie alla volontà degli Osti di raccontare i prodotti con l’attenzione di chi vuol essere ambasciatore anche dei produttori.

A rappresentare l’Alleanza dei cuochi Slow Food  Tiziana Tacchi de “Il Grillo è Buoncantore” di Chiusi e Larissa Mascioni dell’Osteria “Il Ristoro” di Taverne d’Arbia e con loro l’8° piatto dell’Alleanza, la zuppa di Slow Beans.

A partire dalle ore 17.00 presso la cantina Talosa (via Talosa 8, a Montepulciano a pochi metri da Piazza Grande) si terrà una conferenza stampa di presentazione e a seguire una degustazione dei vini Nobile di Montepulciano selezione “TerraNobile” 2015 delle 10 aziende aderenti all’Associazione TerraNobile Montepulciano (Talosa, Podere Casanova, Croce di Febo, Casale Daviddi, Fassati, Metinella, il Molinaccio, Montemercurio, Romeo, Tiberini, aziende che si sono date un Disciplinare di Produzione più restrittivo rispetto a quello vigente e obiettivi tecnico-qualitativi comuni) e infine la cena con protagonista la zuppa di legumi.

Tiziana Tacchi de “Il Grillo è Buoncantoredi Chiusi presenterà una zuppa classica con protagonisti: il fagiolo rosso di Lucca, fagiolo di Sorana, fagiolo Gialèt della Valbelluna, fagiolina del Trasimeno, Roveja di Civita di Cascia, fagiolo di Controne, cece nero della Murgia Carsica, fagiolo Cosaruciau di Scicli, piattella Pisana, fagiolo Zolfino, fagiolo cannellino di San Ginese, fagiolo Scritto di Lucca, fagiolo malato o di San Giuseppe, cece lucchese. Di questi legumi, ben 9 sono presìdi Slow Food e nel piatto se ne contano ben 10 di presìdi visto che vi si trova anche la carota di Polignano. Il tutto cucinato con cipolla di Cannara, sedano e patate e servito con olio Dop Terre di Siena aromatizzato al rosmarino.

Larissa Mascioni dell’Osteria “Il Ristoro” di Ville di Corsano, comune di Monteroni d’Arbia, insieme alla chef Elisa Ghezzi cucinerà invece una vellutata di Roveja di Civita di Cascia, presidio Slow Food, con farro biologico delle Ville di Corsano, fagioli rossi di Lucca e fagiolini cannellini di Sorana. La scelta della Roveja di Civita di Cascia per Larissa Mascioni deriva da una collaborazione che dura da un anno e mezzo, e nata dopo il terremoto che ha colpito quelle aree. Nell’osteria “Il Ristoro” la Roveja viene proposta in varie modalità.

La cena alla cantina Talosa vede inoltre: un antipasto del contadino con misto di frittatine, tortino di cavolo fiore e baccalà, acciughe con pesto, prezzemolo, aglio e capperi, focaccia con i friccioli, soppressata, finocchiona. Come primo la zuppa Slow Beans, per secondo: brasato di cappello del prete di Chianina con tortino di cavolo nero e per dolce una crostata casalinga con confetture di susine e uva fragola fatte in casa. Infine cantucci anch’essi fatti in casa.

Slow Beans e vino TerraNobile Montepulciano

E’ stata una scelta precisa quella della zuppa Slow Beans per la serata di presentazione della collaborazione. I legumi hanno infatti come caratteristica peculiare che la loro coltivazione migliora i sistemi di coltura in cui crescono, aumentano l’efficienza dell’irrigazione, riducono la quantità di fertilizzanti necessari e l’emissione di gas serra, arricchendo la biodiversità e la salute del suolo grazie alla loro capacità di fissare l’azoto atmosferico e apportare azoto organico al terreno, contribuendo quindi alla concimazione naturale del suolo. Temi che ricordano da vicino gli obiettivi tecnico-qualitativi che si sono dati i produttori aderenti all’Associazione TerraNobile Montepulciano per la produzione del loro vino e inseriti nel loro Disciplinare di produzione.

Il piatto dell’Alleanza

Il piatto dell’Alleanza dei cuochi di Slow Food favorisce il legame del gruppo cuochi aderenti a Slow Food con i produttori dei Presìdi e delle Comunità del Cibo e del Territorio, grazie a una modalità di acquisto coordinato che permette al cuoco di farsi promotore dei prodotti del territorio e al produttore di organizzarsi ed ottimizzare il lavoro rafforzando la filiera produttiva per tutti.

 

 

 

 

 

 

0 0 430 14 febbraio, 2018 Flash News, Gourmet febbraio 14, 2018
Stefania Guernieri

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni, oggi scrive come freelance per varie testate giornalistiche di sana alimentazione, sport, politica e cultura. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi ed ha curato l'organizzazione di manifestazioni legate al settore enogastronomico. E' direttore responsabile de l'Empovaldo e membro di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili. Su Tis scrive per passione. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »