Badiani apre in via Tosinghi il secondo punto vendita a Firenze. Adesso sono 17 con Regno Unito e Spagna

Traduci pagina

Badiani apre in via Tosinghi il secondo punto vendita a Firenze. Adesso sono 17 con Regno Unito e Spagna
Posted by

Badiani apre in via Tosinghi il secondo punto vendita a Firenze. Adesso sono 17 con Regno Unito e Spagna

Badiani raddoppia la sua presenza a Firenze e inaugura il suo secondo punto vendita fiorentino in via Tosinghi, a due passi da piazza del Duomo, via Calzaiuoli e piazza della Repubblica. Con questo punto vendita arriva a 17 negozioltre ai 2 italiani, 11 nel Regno Unito, di cui 9 a Londra e due fuori città. 4 in Spagna: Barcellona, Sotogrande, Palamos e Sant Cugat. Ed entro la fine dell’estate saranno 21 negozi.

“Siamo entusiasti di annunciare l’apertura del nuovo negozio Badiani nel cuore della città che ci ha visto nascere e crescere e in una delle zone più rappresentative, così da diventare attrazione sia per i turisti che per i residenti. E’ sempre stato un nostro desiderio aprire una gelateria in centro e finalmente, con grande orgoglio, possiamo annunciare questa grande novità. Firenze ci ha dato tanto e credo che ci riservi ancora molte sorprese positive”. Queste le parole del gelato maker Paolo Pomposi, che porta nel mondo un approccio artigianale innovativo, che gli permette di mantenere lo stesso standard di qualità, che afferma:

Protagonisti, qui nel punto vendita di Via Tosinghi, ben 28 gusti, tra cui il mitico “Buontalenti” il gusto firma della nota gelateria fiorentina. Oltre ai classici, da assaggiare: il “Dolcevita”, base buontalenti con salsa di cacao e nocciole; il “Magnifico”, base buontalenti con salsa al caramello, arachidi caramellate e cioccolato al latte. E infine un gusto creato per l’occasione che prende spunto da uno dei dolci più rappresentativi della tradizione fiorentina: lo zuccotto.

Qui è possibile gustare o acquistare anche monoporzioni (biscotto al buontalenti, stecco buontalenti e cioccolato o gli altri golosi “dopocena” con base buontalenti e salse alla frutta).

Indirizzo perfetto anche per caffè e simili, frappè, estratti, drink vari, inclusa una proposta aperitivo.

L’anno scorso Badiani ha compiuto ben 90 anni: grazie al “Buontalenti”, il suo gusto firma, la nota gelateria fiorentina rappresenta al meglio la cultura artigianale del gelato.
La gelateria Badiani viene fondata nel 1932 a Firenze da Idilio Badiani ed è stata rilevata nel 1993 dal gelatiere Orazio Pomposi, che, insieme ai due figli Paolo e Patrizio, ha portato il marchio a raggiungere nuovi traguardi, attraverso l’innovazione e la creatività applicate a un grande know-how.

Nel 2016, il brand ha fatto un grande salto e ha intrapreso un percorso di internazionalizzazione. Pochi sanno che Badiani ha puntato in alto e adesso conta 17 negozi in Europa.
Il gelato è sempre realizzato secondo la secolare tradizione italiana: un team di esperti gelatieri, guidati dal Gelato Maker Paolo Pomposi, trasforma ingredienti accuratamente selezionati nel famoso gelato artigianale.

Ad oggi, Badiani ha oltre 130 dipendenti e una produzione totale di ben 250 tonnellate di gelato artigianale. Tre i Paesi dove è presente con un numero complessivo di clienti di oltre 2 milioni e un fatturato previsto per il 2023 di circa 11 milioni di euro. Inoltre, è il primo brand di gelato artigianale a offrire consegne in 24h in tutto il Regno Unito, oltre alla consegna immediata su Londra e Barcellona, la possibilità di abbonarsi attraverso un sistema di subscription.

Ma Badiani ama l’evoluzione ed è per questo che la sua artigianalità è innovativa, provata da gusti sempre nuovi.
Uno dei valori di Badiani è la sostenibilità e ciò è dimostrato nella produzione quotidiana. In particolare i laboratori utilizzano un sistema a spreco zero di acqua: è presente infatti un sistema che utilizza la stessa acqua per il raffreddamento delle macchine.

In ogni mercato, il brand collabora con produttori locali per gli ingredienti principali come panna, latte, zucchero e uova, così da rispettare il territorio e limitare il trasporto delle merci.

L’identità del nuovo punto vendita è in linea con il concept internazionale che ha come base l’ispirazione manierista, che deriva dal concetto cinquecentesco di “Maniera” riferito allo “stile”. Questa tendenza fu molto di moda negli anni ’30, appunto ispirata al Cinquecento, ed è qui riproposta con un accento contemporaneo e con l’uso del colore, che distingue tutti i negozi Badiani. Per questo progetto, il colore guida scelto è il verdeabbinato al rosa, cromie che rendono omaggio alla facciata del Duomo. L’interior design è stato curato da Timothee Studio di Cosimo Bonciani, Andreas Mascagni e Niccolò Antonielli, che ha puntato ad unire la storicità fiorentina attraverso il rosa, reso speciale da una particolare tecnica di intonaco, con la brand identity di Badiani 1932, qui rappresentata dal verde, usato in modo moderno e contemporaneo.

Il Campanile di Giotto, in particolare il suo disegno, è stato di ispirazione anche per le forme degli arredi e rappresenta un ulteriore richiamo alla fiorentinità.
L’uso del marmo verde di Prato, le sedute di pelle, le tende in velluto, l’acciaio satinato, creano un’atmosfera che ricorda più un salotto, che una classica gelateria.

Lo spazio è suddiviso su due livelli, il piano terra dove si trova il gelato, il bancone bar e la caffetteria; e al piano superiore, la saletta rende la location ancora più appealing.

Gelateria Badiani – via Tosinghi 12, Firenze.
Orario e giorni di apertura: dalla domenica al giovedì – dalle 10 del mattino alle 23. Dal venerdì al sabato, aperto dalle 10 del mattino a mezzanotte.

Paolo Pomposi
Interno gelateria via Tosinghi, Firenze
0 0 1672 10 Luglio, 2023 Flash News 10 Luglio, 2023

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. E' speaker e cura trasmissioni su eventi legati al mondo dello sport (motori, atletica, triathlon, ciclismo) e dell'enogastronomia. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata per oltre 10 anni di cronaca nera e cronaca giudiziaria, oggi scrive come freelance per testate giornalistiche di sport, food & wine, turismo, eventi, ambiente e territorio. Ha lavorato anche nella comunicazione politica in occasione di campagne elettorali. Diplomata sommelier Ais, già responsabile dell'ufficio stampa di Slow Food Toscana, ha curato la gestione ed organizzazione di eventi legati al settore enogastronomico. E' segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili che fa capo a Unarga. E' membro del consiglio direttivo dell'Associazione Stampa Toscana, e di USSI Toscana (Unione Stampa Sportiva Toscana) e fa parte della Commissione pari opportunità della FNSI. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »