Taste alla Stazione Leopolda al 10 al 12 marzo

Traduci pagina

Taste alla Stazione Leopolda al 10 al 12 marzo
Posted by

Taste alla Stazione Leopolda al 10 al 12 marzo

Dal 10 al 12 marzo torna alla Stazione Leopolda di Firenze PITTI TASTE, il salone di Pitti Immagine dedicato alle eccellenze enogastronomiche e agroalimentari italiane: un “viaggio con le diversità del gusto” insieme a 400 espositori, un focus sul foraging, tanti eventi speciali fra tradizione e innovazione e numeri in crescita.

“Taste è alla continua ricerca di novità e di sfide – dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine presentando questo nuovo appuntamento. All’ultima edizione, il salone fiorentino ha fatto registrare in tre giorni un’affluenza complessiva di oltre 15.800 presenze, dei quali 5.300 sono stati buyer e operatori del settore di oltre 50 differenti paesi. “Una crescita – prosegue Poletto – che mantiene però ben dosati gli ingredienti della qualità e della selezione, che punta a un equilibrio tra le diverse tipologie di prodotto e le anime del salone, da sempre un punto fermo della manifestazione. E poi ancora nuove sfide nel trovare i temi e i trend forti del food contemporaneo. Perché lo spirito di Taste è anche questo: aggiungere sempre nuove sfaccettature agli stili di vita contemporanei”. Uno dei trend della contemporaneità è il Foraging, ovvero la raccolta e l’utilizzo in cucina delle piante selvatiche, a cui Taste dedica l’allestimento curato da Alessandro Moradei e una serie di eventi realizzati in collaborazione con Wood*ing, Wild Food Lab, il laboratorio di ricerca e sperimentazione sull’utilizzo del cibo selvatico per l’alimentazione e la nutrizione umana della chef Valeria Mosca. Si comincia con “La Geografia del Foraging”, il talk in cui Valeria Mosca dialoga con Roberto Flore, chef del laboratorio di ricerca Nordic Food Lab di Copenhagen, attorno ai significati, le finalità e le utilità del foraging nel nostro secolo. Sabato 10 marzo, dalle 15 alle 17, alle Serre Torrigiani è il momento di Miniforaging: un workshop con merenda in cui bambini dai 5 ai 10 anni imparano a riconoscere gli elementi naturali della campagna toscana che si possono mangiare. Mentre le atmosfere suggestive di Storie di Bosco la mostra-installazione di DISPENSA magazine vanno in scena nel piazzale tra la Stazione Leopolda e il Teatro dell’Opera.

Il menù completo del salone prevede TASTE TOUR, il viaggio alla scoperta e all’assaggio dei prodotti delle aziende selezionate tra le migliori produzioni di nicchia e di eccellenza provenienti da tutta Italia; TASTE TOOLS, una selezione di brand con i loro oggetti di food & kitchen design, capi di abbigliamento, attrezzature tecniche e proposte innovative per la cucina; TASTE SHOP, al Piazzale Gae Aulenti, il negozio dove acquistare i prodotti esposti e approfonditi durante il percorso di degustazione; TASTE RING, l’arena cultural-gastronomica allestita all’interno del Teatro dell’Opera di Firenze e moderata dal Gastronauta Davide Paolini con quattro match speciali, il primo dedicato a Gualtiero Marchesi con gli interventi di Annie Feolde (Enoteca Pinchiorri), Sara Vitali (Fondazione Gualtiero Marchesi), Ludovica Sebregondi (Palazzo Strozzi), il secondo con focus sulle denominazioni di origine territoriale (Dop, Igp, Stg, ecc) insieme ai buyer Beatrice Ughi di Gustiamo (Stati Uniti), Francesc Collell di El Colmado Singular (Spagna) e Giuseppe Scaricamazza di Buono (Ungheria) e il terzo a cui partecipa la che Valeria Mosca si interroga sul foraging; al Teatro dell’Opera anche TASTE EVENTS con degustazioni, mostre e presentazioni di libri come “Honestly Good”: (riscoprire) la moralità del cibo con Csaba dalla Zorza o “Il Galateo del Terzo Millennio”, scritto dai giornalisti Filiberto Passananti e Matteo Minà, illustrato da Gianluca Biscalchin. Inoltre La Cucina Italiana, uno dei più famosi e autorevoli mensili italiani di gastronomia e cultura alimentare, presenta il nuovo manifesto mentre Anna Prandoni (Editore Incaricato Italian Gourmet), Samanta Cornaviera (archeologa culinaria), Maria Cristina Crucitti (The cheesestoryteller), Lina Farange (Farange Cioccolato) illustrano la nuova rivista “Italian Gourmet, Grande Cucina” In programma anche la gara eliminatoria di pesto genovese al mortaio valida per il VII Campionato Mondiale, organizzata dall’associazione culturale dei Palati Fini. Il calendario dettagliato degli eventi è consultabile e scaricabile su http://www.pittimmagine.com/corporate/fairs/taste/calendario.html

Oltre agli appuntamenti alla Leopolda, Taste è anche FuoriDiTaste, l’evento nell’evento che si svolge nei luoghi più suggestivi della città e prevede cene, degustazioni, installazioni, talk e tanti nuovi modi conviviali di interpretare il gusto fra i quali la presentazione del libro Food in Fashion nella vecchia Fabbrica dell’Argento, il mercato alimentare a km zero Ortobello® nel cortile della bottega-laboratorio di Riccardo Barthel in Via dei Serragli, il brunch con Piero Rondolino, inventore di Acquerello, al Four Seasons Hotel e la proiezione, in anteprima italiana, del film giapponese “What’s for dinner mom?” di Mitsuhito Shiraha al Cinema La Compagnia.

Per maggiori informazioni: www.fuoriditaste.it

0 0 354 04 marzo, 2018 Flash News, Gourmet marzo 4, 2018
Elena Mondovecchio

About the author

Laureata in Storia Contemporanea. Esperta di comunicazione della Scuola dello sport Coni Toscana e di media sociali. Lettrice vorace e appassionata di tutto quello che è la campagna: dal cibo a km 0 al vino alla natura in tutte le sue forme. Su Toscana in Style scrive di cultura a 360 gradi. Per contattarla: e.mondovecchio@gmail.com

View all articles by Elena Mondovecchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »