Borgo del Cabreo relais di charme a Greve in Chianti

Traduci pagina

Borgo del Cabreo relais di charme a Greve in Chianti
Posted by

Borgo del Cabreo relais di charme a Greve in Chianti

L’antico insediamento rurale Borgo del Cabreo a Greve in Chianti, nel cuore del Chianti Classico, torna a nuova vita grazie alla famiglia Folonari che l’ha trasformato in un relais di charme composto da undici camere, di cui quattro suite, piscina riscaldata con vista sui vigneti, piccola palestra attrezzata, quattro salotti in condivisione per relax e convivilità, sala colazioni nell’antico fienile, e un meraviglioso giardino con rose, lavanda e altre piante aromatiche.

Due anni e mezzo sono durati i lavori, tutti ad opera di maestranze del territorio, così come voluto dalla signora Giovanna Folonari e come da lei stessa raccontato durante il taglio nastro venerdì 28 aprile 2017, momento in cui ha colto l’occasione per ringraziare queste professionalità locali una ad una citandone nome e incarico svolto. Un bel momento di condivisione dell’impegno profuso da tutti.

Il Borgo del Cabreo sorge a Greve in Chianti, in frazione Zano, all’interno dell’omonima tenuta acquistata alla fine degli anni ’60 da Ambrogio Folonari, tuttora alla guida dell’azienda Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute. La rinascita di questo antico borgo di mezzadri è la punta di diamante di un importante progetto di rivalorizzazione del territorio e delle sue tradizioni più autentiche: sin dall’inizio degli anni 2000 la Famiglia Folonari ha infatti scelto la terra, investendo sulle sei tenute vitivinicole di proprietà tutte localizzate in Toscana, sulla qualità di prodotti enologici rappresentativi del territorio e sul recupero di strutture immobiliari quali la Villa e la Casavecchia presso la tenuta di Nozzole a Greve in Chianti e l’unità immobiliare presso la tenuta La Fuga a Montalcino, dedicate a una tipologia di ospitalità che consente di cogliere l’essenza del territorio.

Il nuovo Borgo del Cabreo, che la famiglia Folonari ha voluto trasformare nel primo relais di charme all’interno delle sue tenute, è dedicato non solo al contatto con il territorio ma anche all’ospitalità di alto livello. 

Nel corso dell’inaugurazione – che ha visto la presenza e i ringraziamenti anche del sindaco di Greve Paolo Sottani – la signora Giovanna Folonari ha sottolineato come il Borgo del Cabreo sia “interamente opera di artigiani fiorentini, sia nelle parti strutturali sia nei particolari d’arredo impiegando esclusivamente maestranze locali, eredi della grande tradizione fiorentina delle arti e dei mestieri. In questo modo – ha aggiunto – intendiamo dare valore al territorio, il borgo è quindi rinato a nuova vita in perfetta armonia con l’ambiente circostante e nel rispetto degli spazi e dei colori originali”.

Circondata da quattro vigneti della Tenuta del Cabreo, la struttura del Borgo del Cabreo è curata nei minimi dettagli e richiama i colori e i materiali dei propri dintorni e della storia locale. L’arredamento si accosta infatti sia alla tradizione toscana sia alla modernità di un design architettonico lineare e luminoso, nel quale vetro e marmo contrastano dolcemente il legno tipico dei casolari. Il Borgo è stato riqualificato su progetto dell’architetto Benedetta Mori dello studio Mori Associati Architettura di Greve in Chianti che ha coordinato, insieme all’arredatrice Oliva Busignani, l’opera delle maestranze eredi della tradizione fiorentina delle arti e dei mestieri. Tanti i dettagli che potrebbero essere citati come il parquet in legno di rovere a listoni irregolari con finitura a cera de I Vassalletti di San Giovanni Valdarno, i marmi bianchi di Carrara, le piastrelle di vari colori in caolino selezionate da Riccardo Barthel di Firenze e i sanitari Sbordoni (già fornitori della Real Casa), come i tessuti in lino di Scardigli e Ghini. Anche i quadri delle camere sono realizzati su commissione raffiguranti paesaggisti toscani, le lampade sono in bronzo lavorate da B&C Firenze. L’arredamento e porte in legno sono di artigianato locale di Greve in Chianti e l’esterno delle strutture del Borgo è costituito da pietraforte del Chianti con cornici di alberese a vista.

Fotografie di Marco Savino

Vista del Borgo del Cabreo, relais di charme

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, il taglio del nastro

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, la sala colazione

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, inaugurazione con i vini della tenuta

 

 

Borgo del Cabreo, relais di_charme

 

 

Borgo del_Cabreo, relais di charme

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, camera con vista

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, i vini

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme

 

 

Borgo del Cabreo,_relais di charme

 

 

Borgo_del Cabreo, relais di charme

 

 

Borgo del Cabreo relais di charme

 

 

Vista del Borgo del Cabreo, relais di charme

 

 

Borgo del Cabreo, la piscina

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, il sindaco di Greve e la famiglia Folonari

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, un angolo con vista sulla vigna

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, la vista da La Villa

 

 

Borgo del Cabreo, relais di charme, la vista sulla vigna

 

Le strutture di ospitalità della famiglia Folonari

Il Borgo del Cabreo

Situata nel territorio del comune di Greve in Chianti, Il Borgo del Cabreo è la nuova struttura inaugurata dalla Famiglia Folonari, grazie alla volontà di Giovanna Folonari di riqualificare il borgo e trasformarlo in un relais di charme. Con 11 camere a disposizione, di cui 4 suite, Il Borgo del Cabreo è un esempio di accostamento di architettura tradizionale toscana e design moderno.

Villa Nozzole

Nel cuore del paesaggio toscano del Chianti, si staglia Villa Nozzole, una struttura di tipo rinascimentale che risale al XVII secolo. Suddivisa in tre piani, Villa Nozzole comprende 9 camere doppie, sala da biliardo, cucina professionale e una sala per le degustazioni. L’esposizione a sud ovest permette di godere tramonti favolosi guardando le colline alberate.

Casavecchia di Nozzole

All’interno della Tenuta Nozzole, si trova Casavecchia di Nozzole, casale indipendente con piscina e giardino privati che ospita fino a 10 persone e offre una vista incantevole sui vigneti del Chianti.

La Fuga

Situata nella zona di Montalcino, La Fuga offre uno spettacolo di colori indimenticabile, nonché la possibilità di degustare il famoso Brunello di Montalcino, uno dei vini più conosciuti d’Italia. Il casolare è costituito da un soggiorno con camino, cucina e sala da pranzo con terrazza, 3 camere e una piscina privata.

 

Le tenute vitivinicole

Le tenute di proprietà sono sei, tutte localizzate in territorio toscano, per un’estensione complessiva di 350 ettari e un totale di 1 milione e 400 mila bottiglie prodotte ogni anno. Il 40% della distribuzione riguarda il mercato italiano, mentre il restante 60% è destinato ai mercati esteri di riferimento, tra cui gli Stati Uniti, la Germania, la Svizzera e il far East. Nel 2016 Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute ha fatturato 8 milioni di euro e ha dato lavoro a oltre 50 dipendenti, suddivisi tra le sei tenute di proprietà.

Tenute del Cabreo

Le Tenute del Cabreo sono due, entrambe nel comune di Greve in Chianti. La prima è costituita da 46 ettari di vigneti adibiti a sangiovese e cabernet sauvignon che sono i componenti del vino Cabreo il Borgo. Nell’altra tenuta vengono coltivate uve di chardonnay, da cui si trae il vino Cabreo La Pietra, e di pinot nero, dalle quali nasce il vino Cabreo Black. Un altro prodotto della Tenuta è la Grappa Il Borgo.

Tenuta di Nozzole

Una fattoria risalente al 1300 con 385 ettari di terreno di cui 90 ettari a vigneto specializzato, la Tenuta di Nozzole offre la possibilità di effettuare visite guidate e degustare i vini di tutte le Tenute Folonari. La tenuta produce i vini Chianti Classico d’Annata, Chianti Classico Riserva La Forra e Gran Selezione Giovanni Folonari, nonché un vin santo del Chianti Classico DOCe si trova nel comune di Greve in Chianti, al centro della produzione di Chianti toscano. Oltre al vino, la tenuta produce la Grappa Il Pareto e un olio extra vergine d’oliva.

All’inizio del 2017 la famiglia Folonari ha varato il Progetto Chianti Classico della tenuta di Nozzole, che ha dato origine a un prodotto diverso dal precedente, più adeguato alle richieste e ai gusti del mercato internazionale ma sempre legato alla tradizione e alla tipicità del Sangiovese: per la prima volta la stessa qualità si ritrova in tutti e tre i prodotti della gamma Nozzole: Chianti Classico d’Annata, Chianti Classico Riserva La Forra e Gran Selezione Giovanni Folonari.

Il Progetto Chianti Classico è stato preceduto dal lancio dei Baby Super Tuscan (BST), nell’autunno del 2016. Se il Chianti Classico rappresenta la tradizione, con i BST Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute sono entrati a pieno diritto nel mondo innovativo dei Super Tuscan, con due prodotti che rappresentano un unicum in questo panorama, perchè non sottoposti ad affinamento in legno e quindi più facili e immediati.

Tenuta La Fuga

Nel comune di Montalcino, luogo che identifica la produzione della DOCG Brunello, La Fuga si trova ad un’altitudine di 400m s.l.m. in una zona con temperature mitigate dalla presenza del mare nelle vicinanze. La tenuta produce due Brunelli, La Fuga e Le Due Sorelle, un Rosso di Montalcino e la grappa di brunello Le Due Sorelle.

Tenuta Campo al Mare

Tenuta particolare per la sua posizione in prossimità del Mar Tirreno, gode di un clima favorevole e di un terreno di tipo argilloso in leggera pendenza verso il mare. I 33 ettari di vigneti di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot, Petit Verdot, ecc. producono il prestigioso Bolgheri Superiore DOC Baia al Vento, il Bolgheri Rosso DOC, il Bolgheri Rosato DOC e il Vermentino Bolgheri DOC.

Tenuta TorCalvano Gracciano

La Tenuta TorCalvano Gracciano ha un’estensione di circa 22 ettari a vigneto specializzato.I vitigni sono prevalentemente prugnolo gentile ed altri vitigni a bacca rossa sia autoctoni che innovativi. I vini che si producono sono due Nobili di Montepulciano DOCG e DOCG Riserva e un Rosso di Montepulciano DOC.

Tenuta Vigne a Porrona

Intorno al “Castello di Porrona”, nel comune di Cinigiano (GR), la Tenuta di Porrona di 60 ettari è dedicata alla vigna di alta qualità. Grazie ai vitigni di Sangiovese e Syrah, l’azienda produce un Montecucco Rosso DOC, un Morellino di Scansano DOCG, un Syrah e un Merlot.

 

Maggiori informazioni: www.tenuteambrogioegiovannifolonari.com


2 0 637 28 aprile, 2017 Flash News, Viaggi aprile 28, 2017
Stefania Guernieri

About the author

Stefania Guernieri è giornalista professionista ed esperta di comunicazione e social media. Nata come cronista nelle redazioni dei quotidiani, si è occupata di cronaca nera e cronaca giudiziaria per oltre 10 anni, oggi scrive per varie testate giornalistiche di cultura, enogastronomia, sport, moda, politica. Ha esperienze in uffici stampa e gestione eventi, ha curato l'organizzazione di numerose manifestazioni legate al settore enogastronomico. E' direttore responsabile dell'Empovaldo e segretaria di Arga Toscana, l'associazione di giornalisti esperti in agricoltura, ambiente, territorio, agroalimentare, pesca, foreste, energie rinnovabili. Per contattarla scrivi a: stefania.guernieri@tismagazine.com

View all articles by Stefania Guernieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari