A Firenze il Festival d'Europa

Traduci pagina

A Firenze il Festival d’Europa
Posted by

A Firenze il Festival d’Europa

di Elena Mondovecchio

Terza edizione del Festival d’Europa a Firenze dal 6 al 10 maggio con 120 eventi in 40 luoghi diversi della città: cultura, didattica, economia, istituzioni, cittadinanza e università al centro di mostre, convegni, laboratori, iniziative scientifiche e spettacoli per conoscere l’Unione Europea e le sue politiche. 

Evento inaugurale “Nice to meet EU – la Toscana e Firenze salutano l’Europa” mercoledì 6 maggio alle 17.30 in piazza santa Maria Novella salutato dalle evoluzioni dei drappi dei Bandierai degli Uffizi di Firenze, sbandieratori ufficiali di Firenze.

La prima giornata del festival si aprirà con “The EU and Member States in Global Affairs: Any sign of convergence?” (L’UE e gli Stati membri in Global Affairs: qualche segno di convergenza?) alle 9.00 al Polo delle Scienze sociali. Cyber security, la definizione del reato di criminalità organizzata e la “energy security” al centro del convegno organizzato dall’Università di Firenze. Alle ore 16.00 Roberto Adam, docente presso la Scuola Nazionale dell’amministrazione di Roma e fino al 2013 capo del Dipartimento politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri presenterà “L’azione dell’Unione Europea sulla scena internazionale: metodi, strumenti, competenze” in una lectio magistralis.

 

Seminario sulla sicurezza alimentare alle 9.30 presso la Sala Luca Giordano di Palazzo Medici Riccardi: politiche, linee guida e strategie europee nel settore agroalimentare con l’obiettivo di fornire il quadro delle più recenti tecnologie e innovazioni. Previsti interventi di Alberto Spagnolli, capo dipartimento comunicazione EFSA, Giovanni Goglia, direttore ICQRF Toscana e Umbria, Fabio Modi, Toscana Certificazione Agroalimentare, Cristian Marinelli e Chiara Cherubini di PromoFirenze.

 

Donne e cambiamento nel Mediterraneo: quale ruolo per la UE?” è il tema di una serie di incontri che si svolgeranno dalle 10 al Palagio di Parte Guelfa. Introduzione a cura di Barbara Henry (Scuola Superiore Sant’Anna) e interventi di Serena Giusti (Sant’Anna) sulla politica di vicinato della UE e la dimensione di genere; Leila Simona Talani (King’s College, Londra) su globalizzazione, tecnologia e marginalizzazione sociale delle donne del sud del Mediterraneo; Alessia Belli (Sant’Anna) su voci femminili di dissenso in Tunisia; Heidrun Friese (Università TU Chemnitz) su “Limiti dell’Ospitalità. Politiche europee, mobilità, genere”; Giulia Daniele (Sant’Anna) sul ruolo delle donne nella risoluzione del conflitto israelo-palestinese e Francesca Vietti (Sant’Anna) su donne migranti e vulnerabilità dal Chiapas a Lampedusa.

 

La terza tavola rotonda sulla libera circolazione dei beni culturali nell’Unione Europea, organizzata dall’Associazione via Maggio e Associazione Antiquari d’Italia, è alle 11 presso la St Mark English Church: un aggiornamento a quattro anni dalla prima edizione del Festival a cui parteciperà, tra gli altri, anche la vice presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi.

Dalle 15 a Villa Salviati e alla Badia Fiesolana si terrà l’incontro “Alcide De Gasperi research centre: a new Schuman Declaration” nell’ambito di The State of the Union, conferenza internazionale promossa dall’European University Institute che porterà i vertici dell’UE a Firenze. Tra i relatori ci saranno Romano Prodi, ex Primo Ministro italiano, Giorgio Napolitano, ex Presidente della Repubblica Italiana, Giuliano Amato, ex Primo Ministro italiano, Élisabeth Guigou, ex Ministro francese degli Affari europei e della giustizia, e Vaira Vike-Freiberga, ex presidente della Lettonia.

 

Ma sono tanti e numerosi gli eventi importanti della giornata: l’Agenzia nazionale Erasmus + /Indire dedicherà due momenti all’apprendimento con l’apertura dello stand alle 11 in piazza Santa Maria Novella dove si svolgeranno diversi eventi legati al tema “Apprendimento senza età e senza confini” e più tardi, alle 14.30 a Palazzo Medici Riccardi, presenterà la community per l’educazione degli adulti “Epale” con l’incontro “In Europa l’apprendimento non ha età”.

 

Festival d’Europa 2015 è anche spettacolo, arte e cultura con “Around Europe”, un viaggio documentato di cinque studenti di diverse nazionalità, in alcuni dei luoghi simbolo del 900 europeo alle 9.00 al Caffè letterario Le Murate. Alle ore 10.00 inaugurazione alla Galleria Linea Spazio Arte Contemporanea di “Paper Reincarnations”: libri in chiave contemporanea nelle 30 opere dei fiorentini Andrea Granchi, Gianna Scoino, Paolo Carandini, Nino Australi e Diego Gabriele. Alla Biblioteca Medicea Laurenziana alle 11 si svolgerà la visita guidata “La biblioteca di Michelangelo e i manoscritti dei Medici, in cui si illustrerà la biblioteca realizzata da Michelangelo e tre opere manoscritte di opere di Omero, Virgilio e Dante mentre alle 16.00 nel cortile del plesso di Santa Verdiana sarà il momento dell’inaugurazione di “Insediamenti rupestri. Paesaggi culturali”. Nella mostra saranno presentate le attività di ricerca svolte sulla Cultura Rupestre nell’ambito del bacino Mediterraneo. Nel pomeriggio alle 17.30 presso la Biblioteca delle Oblate

per il ciclo di incontri “Leggere per non dimenticare”, sarà presentato il libro di Nicola Lagioia “La Ferocia”. Mentre al Multiverso, spazio di coworking, alle 18.30 prenderà il via “Europe is a region of the earth”, mostra collettiva in cui diversi artisti europei si confronteranno sul concetto di Europa e dell’essere cittadini europei. 

Il Festival d’Europa è anche Notte Blu con oltre 50 eventi dal 5 al 10 maggio a Le Murate: workshop, incontri, live cooking, concerti, teatro, danza, cinema e mostre. Qualche esempio? Mercoledì alle 15.30 “Cucine etniche del territorio”, dibattito e riflessioni sulle opportunità di uno scambio tra culture, anche attraverso il piatto (intervengono chef e esperti di cucina etnica). Alle 18 workshop dedicato all cucina sostenibile, ecologica e a spreco zero con “Senza Fiamma” in contemporanea con la proiezione al Caffè letterario del film “Un tocco di zenzero” di Tassos Boulmetis (Grecia, Turchia, 2005). Alle ore 20.45 è il momento di “La cattiva strada”, viaggio nella canzone d’autore, da De Andrè a Battiato, dai Radiohead ai Police con Riccardo Mori, il concerto dei Jig Rig, con danze e melodie di Irlanda, Scozia e Bretagna, mentre, alle ore 22.00, alla libreria La Citè, si terrà il concerto jazz “Letter from Manhattan” con Fabrizio Mocata al pianoforte e Gianmarco Scaglia al contrabbasso, tratto dal cd omonimo di Mocata.

Questi sono solo alcuni degli appuntamenti della prima giornata del Festival. Per maggiori informazioni, dettagli su orari e luoghi sul ricco e articolato programma della manifestazione vi invitiamo a consultare il sito http://www.festivaldeuropa.eu . Su Twitter potete seguire in tempo reale gli eventi grazie all’attività del Social Media Team, hashtag #FDE15, mentre su Facebook trovate il Festival a questa pagina.

Il Festival d’Europa 2015 è realizzato dal Dipartimento Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Eu, la Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, l’Ufficio di Informazione del Parlamento Europeo in Italia, il Consiglio d’Europa, la Regione Toscana, il Comune di Firenze, la Città Metropolitana di Firenze, l’Agenzia Erasmus+ Italia/Indire, l’Università degli Studi di Firenze con il supporto dell’Agenzia Nazionale per i Giovani. Il coordinamento della manifestazione è curato da Fondazione Sistema Toscana.

0 0 1109 05 maggio, 2015 Eventi, Flash News maggio 5, 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook Comments

Più popolari

Translate »